Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

logoefa mini

Tundo non paga gli autisti

10 Gennaio 2021

Interrogazione del Patto per l’Autonomia. Moretuzzo a Callari: «Cosa aspettate a rescindere il contratto?»

La presa di posizione della FILT CGIL, che ha denunciato il ritardo nel pagamento degli stipendi di dicembre e delle tredicesime da parte della ditta Tundo di Lecce ai suoi autisti, è l’ennesima denuncia del clamoroso errore che è stato fatto affidando il trasporto scolastico di numerosi comuni del Friuli-Venezia Giulia a un’azienda che si sta dimostrando inaffidabile.

«Dopo le evidenti inadempienze manifestate all’avvio del servizio – dichiara il capogruppo del Patto per l’Autonomia Massimo Moretuzzo –, ora si verifica anche nella nostra regione quello che si sta verificando da molti anni in altre regioni italiane e che avevamo denunciato fin dall’inizio di questa incredibile vicenda: Tundo non paga i propri dipendenti puntualmente, come qualunque azienda seria dovrebbe fare, a maggior ragione se affidataria di un servizio pubblico. Abbiamo depositato quindi l’ennesima interrogazione all’assessore Callari, che ha tutta la responsabilità politica di questa situazione indecente».

Il Patto per l’Autonomia ha denunciato dall’inizio l’errore compiuto dalla Regione con questa gara e già nel mese di settembre aveva chiesto la rescissione dell’affidamento della gara alla ditta Tundo, in base alle conclamate inadempienze rispetto al capitolato di gara che era stato vinto dall’impresa di Lecce anche in base ad alcuni parametri che poi non sono stati rispettati.

«C’erano tutte le condizioni per rescindere l’affidamento e far finalmente lavorare le aziende locali, che hanno dimostrato di essere in grado di svolgere un servizio puntuale ed economico – prosegue Moretuzzo –. L’amministrazione Fedriga invece ha preferito sorvolare sulle inadempienze e scaricare sui Comuni la gestione del rapporto con l’azienda e l’individuazione delle soluzioni alternative, in alcuni casi con costi che superano il centinaio di migliaia di euro. L’assessore Callari non ha avuto il coraggio di fare quello che hanno fatto a settembre numerosi Comuni della Provincia di Treviso e, pochi giorni fa, anche il Comune di Bovolone (VR), proprio a causa del mancato pagamento degli stipendi: risolvere per inadempimento il contratto di appalto. Con l’interrogazione, chiediamo se c’è l’intenzione di sostenere i Comuni per procedere finalmente alla rescissione del contratto».



Logo Patto per l'Autonomia

Via Alessandro Manzoni, 21
33032 Pozzecco di Bertiolo (UD)

Tel: +39 342 163 3878
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter