Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

logoefa mini

La Commissione europea tuteli le minoranze nazionali e linguistiche

01 Febbraio 2021

Il Patto per l’Autonomia sottoscrive mozione di censura

Il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia condanna la decisione della Commissione europea di voltare le spalle a più di un milione e 100 mila cittadini europei che, con l’iniziativa “Minority SafePack”, ha chiesto protezione giuridica per i circa 50 milioni di cittadini dell’Unione appartenenti a minoranze nazionali, culturali e linguistiche. Per questa ragione, i consiglieri regionali Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli non hanno esitato a sottoscrivere la mozione di censura nei confronti della Commissione, sostenuta trasversalmente da tutti i Gruppi Consiliari di maggioranza e opposizione, e a rilanciare la posizione espressa da EFA/ALE – European Free Alliance/Alleanza Libera Europea – la principale rete europea di raccolta di forze indipendentiste storiche (delle nazioni europee ancora senza stato), autonomiste, federaliste e confederaliste che a Bruxelles rappresenta quasi una cinquantina di movimenti e partiti di 19 Paesi –, di cui il Patto per l’Autonomia fa parte.

«Il mancato accoglimento delle richieste contenute nel “Minority SafePack Initiative” è un atto gravissimo della Commissione Europea, che ha ritenuto sufficienti le misure politiche già esistenti, nonostante abbia ribadito più volte che l’inclusione e il rispetto della ricca diversità culturale e linguistica dell’Europa siano una delle sue priorità – osserva il capogruppo Moretuzzo, facendo proprie le parole dell’EFA –. L’iniziativa dei cittadini europei è l’unico strumento esistente di democrazia partecipativa dell’Unione Europea. È davvero preoccupante che il “Minority SafePack” sia la quinta iniziativa con un importante sostegno popolare a essere respinta dalla Commissione, allontanando in tal modo i legislatori dai cittadini che rappresentano», aggiunge Moretuzzo. Per l’EFA è fondamentale costruire un’Europa democratica di pace, rispetto e solidarietà, e per tale ragione continuerà a chiedere un processo democratico più trasparente e inclusivo di tutti i popoli nel processo decisionale all’interno dell’Unione Europea.

Quanto alla tutela delle minoranze nazionali e linguistiche, «non va abbassata la guardia – conclude Moretuzzo –. Il percorso che abbiamo intrapreso da tempo come Patto per l’Autonomia, anche all’interno del Consiglio regionale, guarda al futuro e ci proietta verso un’Europa più forte, capace di riconoscersi nelle sue diversità politiche, culturali e linguistiche, una realtà che va oltre quella degli stati-nazione, in cui popoli, territori, culture e lingue diverse trovino spazi veri di rappresentanza, in cui l’azione politica metta davvero ai primi posti anche il tema della valorizzazione delle diversità».


Prossimi appuntamenti

Non ci sono eventi futuri

Logo Patto per l'Autonomia

Via Alessandro Manzoni, 21
33032 Pozzecco di Bertiolo (UD)

Tel: +39 342 163 3878
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter