Patto per l'Autonomia | Pat pe Autonomie | Pakt Za Avtonomijo | Pakt für die Autonomie

logoefa mini

Sulla cancellazione degli incentivi al mini-idroelettrico nessun passo indietro. Fedriga si faccia sentire a Roma

15 Maggio 2019

Massimo Moretuzzo, capogruppo del Patto per l’Autonomia in Consiglio regionale, alla notizia che i ministri del M5Stelle Di Maio e Costa, cedendo alle pressioni dei produttori e della Lega, sono sul punto di reintrodurre l’incentivo al mini-idroelettrico che loro stessi avevano abolito, invita il presidente della Regione Massimiliano Fedriga a intervenire sul tema per bloccare una iniziativa che, se attuata, ripristinerebbe quello che alcuni non hanno esitato a definire il “Far West delle centraline” con centinaia di nuovi progetti pronti su tutte le Alpi e gli Appennini.

«Reintrodurre gli incentivi significa mettere in pericolo gli ultimi corsi d’acqua naturali del territorio in nome di interessi privati a fronte di una produzione energetica trascurabile – spiega Moretuzzo –. Il Consiglio regionale del Friuli-Venezia Giulia, lo scorso 31 gennaio, ha approvato la mozione del Patto per l’Autonomia che impegna la Regione a monitorare in modo puntuale e stringente il rilascio di nuove concessioni di derivazione a uso idroelettrico sui corsi d’acqua naturale del territorio regionale e a verificare il rispetto dei requisiti previsti, dimostrando sensibilità sul tema. Il presidente Fedriga informi Roma: il Friuli-Venezia Giulia ha detto no a un affare speculativo che danneggia irrimediabilmente il territorio. Roma faccia altrettanto».


Prossimi appuntamenti

Non ci sono eventi futuri

Logo Patto per l'Autonomia

Via Alessandro Manzoni, 21
33032 Pozzecco di Bertiolo (UD)

Tel: +39 342 163 3878
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ufficio stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Newsletter